COLORAZIONI ORGANICHE O COLORAZIONI CON PETROLATI


Oggi sempre più donne hanno problemi di intolleranza ai colori, tante addirittura credono di essere diventate allergiche, ma spesso non è così. La causa di queste irritazioni e intolleranze è spesso dovuta agli ingredienti delle colorazioni petrolchimiche utilizzate per ottenere diverse nuances di colori e varie tipologie di colorazioni con facilità di applicazione e una perfetta copertura del capello bianco . A lungo andare, sulle cuti più sensibili, questi colori a base di petrolati possono causare le irritazioni e le intollarenze a cui accennavamo. Inoltre il loro continuo utilizzo può provocare delle sovrapposizioni di colore e anche privare il cartello della naturale trasparenza dando così vita a colori cupi simili a quelli delle parrucche. I colori organici sono, invece, sì di derivazione chimica, ma non utilizzano petrolati, parabeni, resorcina e ppd. La mancanza di queste sostanze particolarmente aggressive  nel prodotto consente, a quelle donne che sono diventati intolleranti o soggette a irritazioni causate dai colori errati,  di ritornare a tingersi i capelli. I prodotti naturali o con basso contenuto di chimica possono essere un po’ più difficili da utilizzare e per questo non tutti sono in grado di utilizzarli. Possono anche presentare qualche limitazione  nella colorazione, per esempio, là dove ci sono tanti capelli bianchi sotto una forte luce potrebbe sembrare che sia rimasto qualche capello poco coperto, ma non è così. Si tratta solo di una copertura morbida infatti un altro grande pregio di questa tipologia di colorazione è che non dà sovrapposizione quindi  il capello mantiene la sua naturale trasparenza e i colori che si ottengono sono morbidi e naturali anche in caso di colorazioni palesemente fasulle tipo i rossi più intensi o i rame.

Il nostro consiglio quindi è di fare attenzione quando vai dal parrucchiere a farti fare il colore. Se ti pizzica, ti brucia e dopo ti lascia con la cute tutta arrossata e piena di prurito il problema potrebbe essere proprio la tipologia del colore che ti è stato utilizzato. in quel caso chiedi al tuo parrucchiere di mostrarti la confezione del colore e se all’interno ci sono gli ingredienti che  nominati prima chiedigli di non usarla più su di te oppure cerca un parrucchiere che utilizzi colorazioni organiche certificate.

Un ultimo consiglio. Se ormai la tua cute presenta i danni finora descritti e  ti da i segnali di cui abbiamo parlato, dovresti iniziare anche a prestare attenzione agli shampoo che utilizzi per lavarla. È molto importante che non contengano sostanze aggressive tipo quelle menzionate prima che potrebbero andare ad irritarla ulteriormente.

 

[grwebform url=”https://app.getresponse.com/view_webform_v2.js?u=3WPK&webforms_id=19683002″ css=”on” center=”off” center_margin=”200″/]