PERCHE FARE BENEFICENZA


-Perché facciamo beneficenza?

-Perché la croce bianca?

-Perché dobbiamo aiutarli?

-Dove finiscono i nostri soldi?

Penso che alla maggior parte di noi è capitato di aver avuto bisogno (sia in maniera diretta, sia in maniera indiretta) dell’intervento della croce bianca e quando li vediamo arrivare, anche se sono passati pochi minuti, a noi sono sembrati un’eternità.. tutti noi vorremmo un’ambulanza dietro l’angolo per aiutarci nel momento del bisogno.

Ascoltando telegiornali vari, sentiamo di casi rari, dove realmente le ambulanze arrivano dopo lunghissime attese e purtroppo il malcapitato di turno ne paga le conseguenze.

Ascolti le interviste o parli direttamente con qualche volontario e qual è la lamentela comune? Pochi volontari, pochi soldi, tante responsabilità.

18 anni fa, quando abbiamo iniziato ad avere questo appuntamento fisso con la croce bianca, avevamo voglia di fare qualcosa per gli altri, ma di tempo ne avevamo poco e impegnarci in prima persona è una cosa che non ci sentivamo di fare, facevamo della beneficenza, ma onestamente ci chiedevamo tutte le volte che fine facevano i nostri soldi, perché non avevamo garanzie che realmente venissero impiegati per gli scopi corretti.

Poi a Rosy venne l’idea, parlando con una volontaria del 118 che le spiegò il loro lavoro e le difficoltà economiche che vivevano da anni.. la Rosy propose questa idea: 

perché non organizziamo qualcosa per loro?

primo perché avremmo, con il nostro contributo, aiutato tutti indistintamente;

secondo, avremmo avuto la garanzia che i soldi sarebbero finiti direttamente alla croce bianca;

Questo ci sembrò un’ottima soluzione.

So che Elisa aveva già comunicato una serie di informazioni e dati due settimane fa, ma ora vorrei che ci ripetesse qualche dato:

-Ogni quanti anni va cambiata l’ambulanza? Va cambiata ogni 230000km, in media ogni 7 anni. Questi km però si raggiungono molto prima dei 7 anni purtroppo, circa verso i 4 anni.

-Chi vi paga le nuove ambulanze? Donazioni dai comuni o dai privati, dalle banche o anche dalle aziende.. inoltre lo stato ci permette di scorporare l’iva.

So che state acquistando un nuovo mezzo per alleggerire il lavoro delle ambulanze e dare dei servizi in più, ovviamente anche qua pagate voi.

-Parlaci anche dei controlli sulla beneficenza, come siamo certi che i soldi non spariscono? Siamo perfettamente riconoscibili poiché siamo in divisa con tanto di targhetta, non ci troverete mai in borghese a raccogliere donzioni. Inoltre rilasciamo sempre la ricevuta, poiché come ente siamo sempre esposti a controlli. Abbiamo un iban per ricevere i bonifici oppure un altro modo è il 5×1000. Se chiamate il nostro centralino troverete tutte le informazioni.

Riassumendo: più volontari, più soldi = più servizi, più attrezzature, più ambulanze. Conseguentemente verranno salvate più vite, perché alla fine è di questo che stiamo parlando.

Ora non avete più scuse! Sapete anche voi dove finiscono i vostri soldi e in più avete l’occasione di farvi tutti un po’ più belli, cosa aspettate?

Prenotate subito il vostro appuntamento e se proprio non potete venire, vi ricordiamo che comunque sarà possibile versare un contributo giovedì in negozio da noi! (con la presenza costante di un volontario)

*esclusa vendita dei prodotti *